Manuali, schemi elettrici, ecc.

AVVISO

Il servizio di fornitura di fotocopie di schemi e manuali e’ SOSPESO fino a data da destinarsi. Quando sara’ possibile riprenderlo, questo avviso verra’ eliminato.

Ultimo Aggiornamento: marzo 2020

 

 

 

Riassumendo:

1) non abbiamo nulla disponibile in digitale; se interessa qualcosa, va portato in copisteria a pagamento, e poi spedito per posta.

2) abbiamo solo quello che e’ elencato; in particolare, non ci sono manuali per i flipper piu’ vecchi, esiste solo lo schema elettrico (in genere, un foglio di grande formato).

3) non siamo ricambisti; non vendiamo gommini, lampadine, palline, e ricambi in genere.

4) le copie italiane, anche se con lo stesso nome di un modello originale, ben difficilmente erano fornite di schema. Quello che abbiamo e’ elencato in queste pagine, ed anche se puo’ sembrare simile ad un altro modello, lo schema del modello originale non ha assolutamente nulla di simile, ma e’ totalmente inutilizzabile (ad esempio per un modello RMG).

 
 

AVVISO

Il servizio di fornitura di fotocopie di schemi e manuali e’ SOSPESO fino a data da destinarsi. Quando sara’ possibile riprenderlo, questo avviso verra’ eliminato.

Ultimo Aggiornamento: marzo 2020

 

 

KEYWORDS USED IN THIS LIST

ADJ – various adjustments sheet
CC – coin chute adjustments and/or coil charts
D – diagram
MAN – operation and/or installation manual
MSP – motor switch positions
PA – post adjustments
PI – playfield informations
PL – parts list
PC – parts catalog
RPB – revised price bulletins
RRC – rubber ring chart
SC – score and/or instructions cards
SCC – supplement coin circuits
SUP – catalogs supplements

INDEX

46 pensieri riguardo “Manuali, schemi elettrici, ecc.

  1. salve federico se possibile si può avere la guida della ruota accumula punti del gotlieb tiger ?se si fammi sapere la spesa e le modalita di accredito .ti ringrazio

  2. Sto cercando lo schema a contatti di un “Domino” della Gottlieb…..Devo correggere un problema: appena colpisco il target “girevole” vincendo una pallina, mi rimane chiusa la buca perchè si aziona l’outhole…e non si stacca finchè non spengo. Grazie in anticipo, Federico

    1. Da nessuna parte, presumo… le aziende costruttrici hanno ricambi disponibili per circa due o tre anni dopo l’uscita del modello, quindi siamo ampiamente fuori tempo massimo. In piu’, il piano (come ad esempio un mobile di ricambio) e’ una delle componenti piu’ costose ed ingombranti, e pure difficile da conservare (basta un graffio ed e’ rovinato), quindi nessun rivenditore lo tiene per scorta se non dietro richiesta esplicita di un cliente.
      Del resto, piacerebbe a tutti se nel collezionismo fossero sempre disponibili ricambi di ogni genere, e bastasse ordinarli anche dopo anni… 😉
      Pero’, puoi tenere d’occhio eBay, specie il sito americano. Facile che qualcosa salti fuori. Ovviamente, non sara’ economico..

  3. Salve,ho un gottlieb tiger non espelle la pallina al reset e non le scala,
    funziona se la butto fuori ha mano ho se manualmente eccito il rele baal return play.se avete un consiglio su che rele lavorare.O avere gli schemi.
    grazie
    Luigi

  4. Ciao sono Emanuele da Treviso sto cercando di ripristinare uno STAR FLITE del 1975 fatto da SEGASA su licenza WILLIAMS.Il problema principale e’:quando butto la moneta inizia il resettaggio e ad un certo punto mi salta uno dei 2 fusibili da 15A.
    Ho cercato di seguire i cavi ma dopo una cinquantina d’ore ne devo ancora uscire!
    Avrei bisogno dello schema elettrico mi sapete aiutare in qualche modo?
    Lo STAR FLITE e’ quello con punteggio a 6 cifre 1 giocatore.Sapete dirmi se lo schema elettrico delle altre 3 versioni e’ uguale o simile?(visto e considerato che cambia solo il numero di giocatori e il segnapunti?)Ciao e grazie della vostra disponibilita’

    1. Hai ovviamente un problema a qualche bobina, o addirittura al ponte diodi sotto al piano; questo dando per scontato che tu, da tecnico esperto, abbia gia’ controllato le solite cose che possono causare tale problema, cioe’ fili in corto, lamelle rotte, ecc.
      Se non sei un tecnico esperto… beh, perche’ ci stai mettendo le mani? 😆

      In quanto agli schemi, se ogni versione ha il suo, e’ chiaro che e’ perche’ sono diverse, senno’ non ci sarebbe motivo. Chiaro che certe porzioni di schema saranno identiche tra i vari modelli (chesso’, quello che succede quando si aziona una paletta, e roba del genere) mentre altre saranno ovviamente diverse (il reset iniziale di uno o piu’ giocatori, il conteggio palline, ecc.). Comunque, lo schema del tuo modello lo abbiamo disponibile, quindi non vedo perche’ andare a cercare quello di altri modelli…

  5. Salve. Ho deciso di dedicare un po di tempo per ripristinare Gottlied’s SPACE ORBIT che mi è stato regalato più di 10 anni fa. il flipper funzionava fino a quando no è stato smontato. ora che mi sono deciso di ripararlo noto che alcuni fili sono stati strappati e alcuni tagliati di netto perciò avrei bisogno di qualche schema di collegamento… Qualcuno ha questi schemi? sa come aiutarmi?
    Vi Ringrazio e buona passione a tutti

    1. Salve! Da dove scrivi…?
      Se il flipper quando e’ stato messo via funzionava, vuol dire che i cavi tagliati erano gia’ staccati all’epoca… oppure, lo avete smontato strappando i fili? 8-o
      Comunque, per i flipper di questo periodo non esistono schemi del cablaggio, l’unica cosa che e’ reperibile sono gli schemi elettrici, che non servono certo a ricostruire un flipper, ma a risolvere i normali problemi del funzionamento.
      Se ti interessa copia dello schema, manda una mail a schemi@tilt.it !
      Saluti,

      1. scrivo da Roma, sono riuscito a ripristinare tutti i cavi danneggiati, ora però il flipper viene alimentato ma non arriva in play mode. il flipper rimane incastrato a luci spente come se facesse un ciclo di controllo e da qui non esce.

    1. Beh, c’e’ poco da farti sapere, purtroppo… 😉
      Trovi la lista dei manuali/schemi/ecc. Zaccaria che possediamo all’indirizzo

      http://www.tilt.it/flipper_pinball/manuali-schemi-elettrici-istruzioni-flipper/zaccaria-bologna-italy/

      Non specifichi di quale versione del “Wood’s Queen” si parla (con lo stesso identico nome esisteva singolo giocatore, due giocatori e quattro giocatori), ma ad ogni modo… non lo abbiamo in archivio.
      Tieni la pagina sott’occhio, se e quando ne troveremo una copia verra’ inserita nelle liste del materiale disponibile.

      Saluti,

  6. Ciao, avrei un problema con il Flipper Gottlieb di Nightmare, non va in partita, non riconosce gli switch… ne dei tasti, ne quello del lancia palline ne quello che rileva la pallina… Nel pannello frontale sulle schede lampeggiano dei led rossi… qualcuno conosce il problema e sa come risolverlo? Grazie!!!!

    1. Questo e’ il classico esempio di una persona non esperta di elettronica che pero’ vuole a tutti costi fare da sola. Una sola domanda: “Perche'”?
      Se non si e’ meccanici, non si mettono le mani nel motore dell’auto. Cosi’ come se non si e’ riparatori TV, non si mettono le mani nei televisori. Nei flipper, invece, per qualche curioso motivo, si pensa di essere comunque in grado, o che siano ad ogni modo guasti semplici che e’ possibile riparare con poche indicazioni via email; una vite da stringere, una lampadina da cambiare, un filo da saldare.
      Non e’ cosi’. Si tratta di macchine automatiche che hanno passato gli ultimi decenni sempre accese, spesso riparate sul posto alla bell’e meglio, quindi piene di guasti e di problemi che solo un tecnico preparato (e comunque dotato di ricambi ed attrezzatura; oscilloscopio, tester, ecc…) e’ in grado di individuare e, forse, riparare.

      In una parola, NON PRETENDETE DI IMPROVVISARVI TECNICI RIPARATORI SE NON LO SIETE. Farete solo del bene al vostro flipper!

  7. Federico,
    ho uno Spot Pool della Gottlieb. Dopo aver sostituito qualche bobina bruciata e qualche lampadina mi sono reso conto che alla bobina dell’azzeramento e quindi al carica numero di palline la corrente non arriva correttamente dal motore del flipper per problemi o alle levette di contatto azionate dal motore o da uno degli attacchi banco – testa. Non voglio proprio perchè mi sembra un peccato farlo, disfare i cavi che sono racchiusi da fescette originali (1976): sarei enormemente aiutato se disponessi dello schema elettrico e di tutto ciò che è inerente al mio adorato flipper. Grazie ancora
    Aldo

    1. Beh, non vedo perche’ disfare i cavi, quando hai probabilmente gia’ individuato il problema: le lamelle sulla ruota azionata dal motore, o anche le spinottiere che vanno dalla testa al mobile.
      Controlla una per una le saldature dei fili e, nelle lamelle, soprattutto la pastiglia che e’ responsabile del contatto elettrico vero e proprio; non deve essere mangiata, consumata o semovibile, ma ben fissata alla lamella. Idem per le viti che reggono tutti i pacchi di contatti, devono essere ben strette, inutile regolare i contatti se le viti sono lente.
      In quanto alle spinottiere, vanno puliti bene sia i maschi che le femmine.
      Lo schema elettrico aiuta nella riparazione di guasti ‘normali’, non aiuta assolutamente a risolvere guasti causati dalla vecchiaia, da falsi contatti, da lamelle bruciate, ecc…
      Ti consiglio comunque di iscriverti alla nostra mailing-list (http://www.tilt.it/flipper_pinball/flipper-forum-mailing-list/), e’ frequentata da tanti appassionati, di cui diversi possiedono flipper elettromeeccanici e si sono gia’ imbattuti nei tuoi stessi problemi…

  8. Ciao dopo un anno non ho ancora trovato lo schema elettrico del mio flipper big house quel manuale su ebay non era disponibile hai qualche idea su cosa fare…. 😥 😥

  9. Grazie per la risposta che non mi è di conforto ma sempre un punto di partenza.Desidererei sapere dove trovare della documentazione per erudirmi in materia visto che se si spacca desidero ripararlo.A grandi linee ho capito qualcosa ma stò peccando di presunzione in questo momento e veramente mi ha preso questa costruzione semplice ma contemporaneamente complessa pur macinando elettronica da anni.Qui cade l’asino diciamo noi veneti e qui cadrebbe l’ingeniere che capisce che è una bobina ma quando ha capito il tutto forse è già vecchio.poema a parte grazie per l’informazione.
    saluti

    claudio

    1. Salve!
      Dunque, libri sulla riparazione in realta’ non ne esistono, specie in italiano. Esistono vecchi volumi, pubblicati dai rispettivi produttori, che spiegavano il funzionamento delle varie sezioni del gioco. Ad ogni modo, non sono ovviamente pensati per gli appassionati, ma per la manutenzione di macchine ‘nuove’; quindi, buona parte dei difetti in cui ci si puo’ imbattere adesso, dopo quarant’anni e passa dalla costruzione, non sono trattati.
      Ma e’ inutile fasciarsi la testa prima di essersela rotta; quando ci sara’ un problema, se ci sara’, puoi venire nella nostra mailing-list, gratuita, e cercheremo di risolverlo insieme!
      Saluti,

  10. ho comperato da poco un flipper Golden Arrow ( lavenza)che credo si chiami giunone o Poseidon( immagine di un’indiano con l’arco).Desiderei saperne di piu’ e cercherei qualche schema elettrico o una descrizione parziale dei componenti.Grazie per l’eventuale risposta.

    claudio
    Ps. prima esperienza e il tutto dopo i 50 anni

    1. Salve!
      “Golden Arrow” e’ il modello, ‘GL’ e’ l’azienda costruttrice, ‘Avenza (MS)’ e’ la citta’ dove aveva sede questo costruttore negli anni ’70. “Giunone” e “Poseidon” sono invece altri flipper che, come suggerisce il nome, hanno molto poco a che fare con gli indiani ed il tiro all’arco.
      Il flipper “Golden Arrow” e’ una copia di un modello Gottlieb (USA), piu’ o meno grafica identica, regole di gioco molto simili ma non uguali.
      Questi flipper ‘made in Italy’ erano costruiti convertendo vecchi modelli di flipper ormai giunti alla fine della loro vita lavorativa, sostituendo il piano di gioco ed il vetro della testata, riverniciando il mobile, modificando il funzionamento del flipper originale cercando di assomigliare a quello che si intendeva copiare. Quindi, le meccaniche interne sono diverse a seconda di quale flipper si andava a modificare, e quasi mai esisteva uno schema elettrico, o altra documentazione che non fosse generica.

  11. Salve, scrivo dalla Svezia, ho un flipper SEGA Space Jam ed ultimamente la paletta di sinistra che respinge la palla rimane alzata, torna giú solo col peso della palla e se premo il pulzante rimane su ancora. Saprebbe dirmi cosa dovrei cambiare, il flipper é l’ho comprato usato e si vede che ha lavorato molto. Non ho fatto una scuola tecnica ma col saldatore me la cavo bene, anche con l’elettronica, ma magari non conosco i gerghi tecnici. Grazie per l’attenzione. Un saluto A.

  12. salve ho acquistato da poco il flipper williams fun house
    il flipper presenta qualche problema inquanto ad un certo punto della partita si blocca e
    si resetta annullando la partita.
    Non avendo esperienza non sò dove andare a sbattere la testa per aggiustarlo
    o per avere gli schemi elettrici.
    Qualcuno può aiutarmi?
    grazie a tutti Saluti

    [Traduttore]

  13. ciao mi chiamo silvia. ho trovato un flipper della gottlieb modificato dalla mondialmatic italy per il mercato italiano appunto, il mio problema è che sebbene si accenda e riesca a far partire il gioco manualmente, cioè azzionando il credito premendo su dei relay, non sono in grado di far azzerare il gioco per riniziare un’altra partita. ho un bisogno disperato dello schema elettrico di questo flipper per riuscire a capire dove sta il problema, potresti aiutarmi indicandomi un sito o un posto dove posso trovare qualcosa che possa essermi utile? ti ringrazio e ti saluto, silvia.

    1. Ciao Silvia! Da dove scrivi…?
      Il flipper come si chiama? Se, come temo, si tratta di un gioco ‘originale’ Mondialmatic, allora purtroppo non esiste schema elettrico, o perlomeno io non ne ho mai trovati. In compenso, se si tratta di una copia di un Gottlieb (molto probabile) non dovrebbe essere difficile ripararlo anche senza schema…
      Facci sapere,

  14. Mi scuso per non aver risposto prima (problemi di connessione) e la ringrazio .

    “Se per simile si intende quello di un flipper sempre a 4 giocatori, si puo’ prendere quello del flipper piu’ “vicino” come periodo di costruzione”.

    E’ davvero un peccato che lo schema di Dancing Lady non si sia potuto reperire, ma pazienza.
    Se cortesemente può valutare in base al materiale in vostro possesso quale sia a suo parere lo schema di un flipper quanto più possibile vicino a quello da me indicato sia per regole di gioco sia per anno di costruzione e specifiche tecniche sarebbe davvero gradito . Ci fidiamo del vostro parere in merito , voi sapete di quali schemi disponete e quindi saprete certamente valutare al meglio .
    Restiamo in attesa vostro riscontro ancora ringranziandola per l’interessamento.

  15. Innnanzitutto grazie per aver celarmente risposto !
    Per qualcosa di affine mi riferivo agli schemi di un flipper dello stesso periodo, per intenderci se parlassi di un computer direi invece del manuale di un commodore 64 potrei visionare il manuale di un 128 . =)
    Se fosse possibile potrebbe cortesemente controllare

    1. Dunque, purtroppo lo schema del “Dancing Lady” non lo abbiamo, sorry 🙁
      Uno schema simile.. non saprei cosa dire! Se per simile si intende quello di un flipper sempre a 4 giocatori, si puo’ prendere quello del flipper piu’ “vicino” come periodo di costruzione, ma le similitudini finirebbero con quelle poche cose in comune tra due flipper diversi… il reset dei punti dei 4 giocatori, l’inizio di una pallina, cose del genere, ma non troverai certo in un flipper diverso le stesse regole di gioco, gli stessi rele’, le stesse caratteristiche di funzionamento…

    1. Salve! Da dove scrivi…?
      Che intendi per “qualcosa di affine”…? Gli schemi sono come le mutande, ognuno ha le sue 🙂 🙂 🙂
      E’ come cercare il manuale di un Commodore 64 e dire che va bene anche ‘qualcosa di affine’… cioe’? Un computer di quel periodo? Un computer Commodore? O che altro…? 😉
      Inoltre, gli schemi elettrici sono dei bei fogli grandi, non e’ roba ne’ in A4 ne’ in A3 ne’… gia’ sono difficili da fotocopiare, occorre per questo andare in copisteria e fare le cosiddette “copie al metro lineare”; figurati poi se lo abbiamo in digitale, da mandare per email! 😉
      Se ti serve, contattaci per email, prendiamo l’originale, andiamo in copisteria, sentiamo quanto costa una copia (gli schemi variano di dimensioni, non sono tutti uguali, quindi varia anche il prezzo), e ti facciamo sapere! 🙂
      Bye,

Rispondi a Angela Annulla risposta