Game Over?

Ovvero, “L’ultima poi andiamo”.

Niente dura per sempre, anche se dopo sei anni ci avevamo preso gusto, supportati in questo dall’incredibile successo riscontrato dalla nostra iniziativa. In sei anni siamo finiti in televisione, nei titoli di coda di un film, nelle guide turistiche, sulle riviste italiane e straniere, abbiamo ospitato tornei, fatto scoprire (ai piu’ giovani) e riscoprire (ai meno giovani) un gioco ormai sparito dai bar pero’ facente indubbiamente parte del nostro vissuto sociale; abbiamo fatto tornare in vita il lavoro di decine di aziende italiane e bolognesi degli anni ’60, ’70 e ’80. Ma alla fine, e’ successo: la palazzina che ospita il Museo del Flipper, e’ stata venduta all’UNIPOL, verra’ presto demolita, e Spazio Tilt dovra’ andarsene, insieme alle decine di altre associazioni, sportive e non, associazioni che la avevano strappata al degrado e resa frequentabile da centinaia di visitatori ogni settimana. Stiamo trattando e discutendo, proprio in queste ore, con le autorita’ e “chi di dovere” per vedere se e’ possibile trovare una nuova sistemazione; non sappiamo pero’ dire in questo momento come finiranno le trattative. Di sicuro, queste sono le ultime settimane, forse addirittura gli ultimi giorni, di apertura dello Spazio Tilt cosi’ come lo conoscete – dopodiche’, si spegneranno i flipper, il jukebox tornera’ ad essere silenzioso come auspicava Tony Dallara, e la gallina Coccode’ non distribuira’ piu’ le sue uova all’incredibile prezzo di Lire 50 cadauna. Se quindi volete passare per un’ultima visita, o per la prima, fatelo adesso.
Condivideremo i post che riguardano le trattative, non solo le nostre, con il Comune di Bologna per avere nuovi spazi. Se volete aiutarci, condivideteli anche voi, comunque vi terremo informati; vi faremo sapere se passeremo l’estate preparando un nuovo Spazio Tilt, ad un indirizzo ancora sconosciuto, o se ci limiteremo a pensarvi, adagiati su un lettino in spiaggia, trascinandoci stancamente tra un cassone mozzarella e funghi ed una bomba al limone…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un pensiero riguardo “Game Over?

  1. Ciao Federico,
    leggo solo ora quanto ti sta per accadere e ne sono rimasto parecchio dispiaciuto. Auspico tu possa trovare prestissimo un’altra sistemazione, addirittura migliore dell’attuale, perché il tuo è l’unico punto in Italia dove è possibile ritrovare la VERA storia del flipper, che copre tutte le generazioni. In bocca al lupo e tienici aggiornati! P.S.: Se posso aiutarti in qualche maniera tienimi presente.

Lascia un commento