Legenda
Accertato Da accertare Emulato MAME
Originale Su licenza Copiato

Midcoin / De Georgio Bruno


  • La "De Georgio Bruno srl" era una ditta di produzione e manutenzione di flipper di Napoli (con sede in via Pavia).
  • Secondo una pubblicazione della SAPAR, iniziò come produttrice di videogiochi verso la fine degli anni '70, con una versione di Breakout.
  • Il fondatore, Bruno De Georgio, nel 1982 radunò un gruppo di informatici per inziare a progettare videogiochi a moneta.
  • Lo staff era così composto: Peppe Panico (progettista hardware), Alberto Troiano (programmatore), Tullio Tesorone (grafica e suono), Maurizio Tesorone (factotum), Guido Botteri (suono e sintesi vocale).
  • I primi lavori furono realizzati sull'hardware Konami di Scramble. Il primo test in assoluto fu un semplice hack di questo gioco, mai rilasciato: "Mercurio".
  • Dell primo "vero" videogioco progettato - SpiderWeb - fu creata una versione,  per la vendita, con la grafica completamente cambiata; diventò così "Hot Shocker" e fu ceduto alla Felaco.
  • Il 15 Febbraio 1983  fu ufficialmente aperta la Midcoin s.r.l. con sede in Corso Meridionale, sempre a Napoli.
  • Micoin produsse quattro videogiochi da bar, ma è ricordata anche per uno dei primi (e pochi) Juke-Box della storia che utilizzava CD.
  • È fallita sul finire degli anni '80.
  • Bruno De Georgio si è dedicato ad altre attività commerciali, come un club-discoteca sull'isola di Ischia. È deceduto nel 2011.
  • Ringrazio Alberto Troiano per la collaborazione.
Nome Orig. Anno Emul. Info
Mini Break-Out 1978 ?
Sconosciuto
Anno Domini 2083
1983

SpiderWeb 1984 ?

Wall Crash
1984
Wink
1985

Mini Break-Out

Marco Cerigioni (SAPAR) scrive che è stato l'unico gioco distribuito con marchio De Georgio.

Anno Domini 2083

A. D. è stato esposto alla fiera E.N A.D.A. 1983 di Roma dove la Midcoin cercava un distributore o un compratore.
È un gioco soprendente per l'epoca: sei fasi, musica di sottofondo, persino sintesi vocale.
Poi è stato distribuito in proprio. Nella primavera 1985, un lettore della rivista Videogiochi ne ha segnalato un esemplare in funzione in una sala giochi di Caltagirone (Catania). Era comunque poco diffuso.
E stato anche emulato con successo in MAME.
È un gioco basato sull'hardware Konami di Scramble - come SpiderWeb ed il derivato Hot Shocker.

Contrariamente a quanto scritto in questo sito fino a poco tempo fa, non è mai esistito un "A. D. 2084"

SpiderWeb

Il primo progetto concreto dello staff Midcoin: un gioco dove bisognava colorare una ragnatela disegnata sullo schermo passandoci sopra e catturare una grossa mosca.
Appena pronto ne è stata preparata una versione alternativa, dove invece di ragni e mosche c'erano operai e cavi del telefono. Questa versione è diventata Hot Shocker, ed è stata venduta alla Felaco.
Micoin ha distribuito la versione originale di SpiderWeb più tardi, nel 1983 o 1984.

Purtroppo sembra che non esistano più esemplari di SpiderWeb.

Wall Crash

Un classico abbattimuro, emulato in MAME.
All'inizio doveva essere un "cloaker", cioé uno di quei giochi incorporati nei videopoker, che servono come intermezzo o per nascondere il vero gioco alla Finanza.
Ha avuto successo: è stato esportato anche in Giappone ed in Libano.
Ne esiste una versione non autorizzata, spagnola della Fedesa, chiamata "Brick Blast"

Wink



Evoluzione di Wall Crash. In questo gioco i mattoni formavano un disegno e, ad ogni mattone abbattuto, veniva suonata una nota di una canzone in tema. Nel primo quadro il disegno era quello di un veliero e la musica era "Santa Lucia".

In alto a sinistra, una schermata del gioco. Le altre immagini sono state inviate da Alberto Troiano, e ritraggono le prime EPROM del gioco e una scatola di cerini distribuita come gadget.